Muffa sui muri: le cause più comuni e come eliminarla

muffa sui muri

Pur riconoscendo l’utilità della muffa in determinati contesti – basti pensare alla produzione di penicillina o anche solo ai gustosi formaggi erborinati – una cosa è certa: quando la muffa si forma sui muri di casa nostra è un’ospite tutt’altro che gradita! Ma perché esce la muffa sui muri? Le cause possono essere diverse, così come le soluzioni. Ma niente panico, perché esiste un rimedio per ogni caso, anche il più complesso.

Perché i muri fanno la muffa?

Quando appaiono delle chiazze di muffa su pareti e soffitti, una cosa è certa: c’è sempre lo zampino dell’umidità. È proprio grazie all’acqua, infatti, che i microorganismi che costituiscono la muffa riescono a sopravvivere; in un ambiente secco, al contrario, la loro proliferazione è inibita.

Si può andare da situazioni in cui un edificio soffre di infiltrazioni da tetto, pareti o fondamenta, fino ad arrivare a guasti alle tubazioni che causano perdite di acqua, senza poi dimenticare un nemico invisibile e per questo molto subdolo: l’umidità atmosferica e la scarsa ventilazione. Molto spesso, nelle fredde giornate invernali e autunnali, alle basse temperature si abbina un’elevata umidità dell’aria che causa la formazione di condensa sui muri e la comparsa delle tanto temute “fioriture” di muffa. Scopriamo quindi come rimuovere la muffa dai muri.

Leggi anche: Guida alla scelta dei rivestimenti per pareti

Come eliminare la muffa dai muri in modo efficace

In commercio è facile reperire appositi spray antimuffa, che spesso sono a base di candeggina diluita. Questo composto uccide i microorganismi e, per un certo tempo, il muro rimarrà pulito e senza macchie. Come pulire la muffa dai muri con questi prodotti, dunque? Quando si utilizzano spray di questo tipo, è importante indossare dei guanti e seguire le istruzioni, rimuovendo con cura i residui di prodotto dal muro alla fine del trattamento.

Se ti stai chiedendo come evitare che la muffa sui muri si riformi, sappi che può anche essere utile, nelle situazioni più compromesse, adottare una strategia più drastica. Nello specifico, si può rimuovere l’intonaco superficiale o comunque le formazioni di muffa più persistenti, ripulire le zone colpite e applicare su muri e pareti della speciale pittura ad azione antimuffa.

Leggi anche: Perché il PVC è un materiale sicuro e affidabile per la tua casa

Ecco come combattere la muffa sui muri senza dover ritinteggiare

pannello per interni da bagno o cucina in pvcUna possibile alternativa al rifacimento della copertura è rappresentata dall’accurata pulizia delle pareti e dalla successiva applicazione di rivestimenti in PVC per interni che vanno a eliminare le possibili brutture dovute all’azione della muffa. Queste superfici sono realizzate in un materiale che resiste alla colonizzazione da parte delle muffe, perciò evitano che il problema si ripresenti. Il PVC è inoltre sicuro, durevole e resistente al fuoco.

Grazie ai numerosi colori e finiture a disposizione, i pannelli in PVC per interni rappresentano anche un ottimo modo per rinnovare gli ambienti di un’abitazione, uno studio o un ufficio. Scopri l’ampia gamma di prodotti in assortimento qui su Sendero Deals e ordina comodamente online i tuoi nuovi pannelli di rivestimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.